Piccole riflessioni - La rivincita

E' Domenica e invece di dormire e riprendermi dalle ore di lavoro, penso...
So che è una cosa che capita raramente, ma nell'ultimo periodo sta diventando davvero un vizio fastidioso.
Mi ritrovo davanti al pc a leggere frivolezze sul web e riesco anche a farci un pensiero su, poi ripenso alla settimana che sta per concludersi e ho realizzato che alle persone non va mai bene nulla.
Ragioniamoci un attimo su.
Lavorando a contatto con le persone ne succedono di tutti i colori, sebbene una persona corra come una pazza cercando di arrivare ovunque e provando con tutta se stessa a non far attendere troppo un cliente, troverai sempre colui/colei che ha qualcosa da ridire, quella che non vuole aspettare, che quando si siede o semplicemente arriva, pretende di essere presa in considerazione come se esistesse solo lei, che si intrufola in un locale pieno di persone passando avanti a tutti e prendendoti letteralmente per un braccio facendoti capire: guarda sono qui; e li tu come reagisci?


Sebbene in un primo momento vorresti reagire trasformandoti in super Sayan (poi non lo faccio solo perchè ho appena fatto la tinta scura ai capelli e non vorrei stressarli troppo con tutti questi cambi di colore) prenderlo a pugni solo perchè ti ha toccato o magari mandarlo in "quel" posto (ultimamente decisamente affollato) perchè ha superato la fila e ha fatto innervosire tutte quelle altre povere anime che aspettano da un quarto d'ora, alla fine che fai?
Sorridi, saluti anche solo per il fatto che lui non ti ha neanche detto un misero ciao, e con garbo e delicatezza gli chiedi di attendere un attimo.
Io a volte non riesco a capire come sia possibile, perchè ammettiamolo, se fosse successo in strada ad esempio, sarebbe scoppiata una guerra. Ho visto persone litigare come indemoniate per un parcheggio, io in prima persona ho quasi messo sotto con la macchina un povero ragazzo che occupava il parcheggio per un amico, solo perchè era la terza volta che facevo il giro dell'isolato ed ero in ritardo. In quell'occasione è uscita fuori la parte peggiore di me, spaventando persino i miei poveri passeggeri ignari di questa parte oscura e pericolosa del mio essere.
Ammettiamolo, sebbene il mondo sia bello perchè vario, si potrebbe vivere benissimo anche non incontrando mai determinati tipi di persone.

Eppure non so se mi da più fastidio la persona fastidiosa, che sa di esserlo e si comporta come tale, o quella che ostenta una comprensione fuori dal comune, ma che è evidentemente falsa.
In un certo senso, sebbene a volte siano difficili da sopportare, ammiro chi riesce ad essere se stesso in ogni situazione e non si chiude dietro la finta faccia dell'educato.
Credo che il mio lavoro mi abbia insegnato una cosa importante ed è proprio quella la cosa che vorrei condividere stamattina con chiunque legga questa piccola riflessione: siate voi stessi, perchè nascondere la vostra natura per piacere ad un altra persone, che magari finge a sua volta che senso ha?
Che sia con uno sconosciuto o con un amico, non nascondetevi dietro alla'educazione perchè sono due cose completamente diverse. Se siete arrabbiati ditelo e dimostratelo, buttate per aria qualsiasi cosa vi capiti a tiro; se siete felici ridete cosi tanto da farvi lacrimare gli occhi e se siete tristi piangete e sfogatevi, vi verrà mal di testa, ma dopo le cose miglioreranno. 

Forse a qualcuno il vostro carattere non piacerà, ma magari qualcun altro potrebbe innamorarsene...
Buona domenica a tutti!!!


Commenti

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Random Posts

Post popolari in questo blog

Nuova stagione anime in arrivo! Ecco le novità della primavera 2014

FanFiction su Fairy Tail - Tears of Blood Capitolo 17