Qualcosa da vedere e non: serie tv e anime

Un saluto a tutti,
mi sono ritrovata da sola a Bologna e devo resistere fino alle ferie del 21 agosto, quindi ho iniziato a spulciare nuove serie tv e nuovi anime che prima avevo accantonato, vista la pausa estiva che mi ha tolto le mie serie di rito che riempivano almeno quei 40 minuti al giorno.
Certo molti diranno: perchè non esci e ti fai una vita?
Non posso dare torto a nessuno, uscire di casa, respirare un pò d'aria fresca (anche se a Bologna ci sono 30 gradi e di fresco non c'è proprio nulla se non afa e smog) fa di certo bene al cuore e alla salute psicologica di una persona, l'unica pecca è una sola, almeno per me: quando esco io spendo soldi e ne spendo troppi.
A chi non succede infondo, fai una giro, passi davanti ad un negozio e pensi che la tua vita è abbastanza grigia così, quindi perchè non farsi un regalo, due, tre....
Poi torni a casa e sei felice di aver fatto spese, di aver comprato quelle scarpe che ti piacciono, quelle maglie di cui avevi bisogno e quel gelato che ti ha tanto rinfrescato, ma guardi sul tavolo e vedi la bolletta della luce da pagare, sai che devi pagare l'affitto e mettere gas nella macchina e allora ti dai dell'idiota perchè sai che di quelle cose non avevi bisogno, ma le ha i comprate lo stesso.

Ragion per cui, siccome odio dovermi pentire delle cose che faccio ho fatto un compromesso con me stessa e ho deciso che quando sento lo stimolo di dovermi comprare qualcosa, forse è meglio che me ne resti a casa a fare qualcosa di più utile, come dare una rassettata.
Poi però categoricamente non lo faccio, perchè fa caldo, perchè ho male alla schiena, perchè semplicemente non ne ho voglia e, visto che il pc è acceso e mi dice:
- Bhe che fai, mi hai acceso solo per sprecare corrente?-
La risposta viene da se e cerco qualche cosa nuova da vedere.
Infondo ognuno ha i suoi modi di passare il tempo, criticabili o meno e non io non faccio eccezione, purtroppo ancora faccio molta fatica ad abituarmi a questa nuova vita. Non sono mai stata una persona mondana, non mi piace rinchiudermi nei locali con la musica a manetta senza riuscire a parlare con nessuno, non mi diverto in discoteca e così via. Mi piace uscire, mi piace passeggiare, ma odio doverlo fare da sola e visto che sono costretta a questo, scelgo la via più facile e sto a casa lasciando che la mia mente vaghi in nuovi posto e nuovi mondi (senza spendere soldi) e faccia arrivare presto il giorno in cui potrò scendere a casa mia.
Quindi ecco cosa vi propongo oggi, non saranno recensioni, ma semplici consigli puramente personali, prendeteli per quello che sono. Per le relative trame, basterà passare con il mouse sopra al titolo della serie e vi apparirà una piccola nuvoletta con la trama.

Serie Tv - Cosa vedere e cosa buttare direttamente nel cestino:


12 Monkeys.
Ho recuperato la seconda serie tutta in una volta e ammetto che mi è piaciuto ogni singolo episodio, emozionante e coinvolgente. Ho ipotizzato ogni possibile finale di stagione e vagliato ogni teoria e stranamente, anche se l'avevo azzeccata, ne sono rimasta comunque conquistata. Lo consiglio a chi ama questo genere, fantascienza e mistero, sono ben consegnati e poi c'è Cole, il resto vien da se.

- The Living and The Dead
L'ho iniziata vista la pausa estiva delle mie serie storiche e devo dire che ne sono rimasta piacevolmente sorpresa. A tratti un pò lento e noioso, forse per la lunghezza eccessiva degli episodi, ha delle buone fondamenta che ti spingono comunque a continuare, dato anche il fatto che sono pochi episodi. Quindi da vedere e ti lascia con uno spunto interessante per una seconda serie.

- Dead of Summer. 
Come per sopra, in mancanza di altro l'ho iniziata, ma abbastanza banale e scontata. Se voleva essere un horror non ci ha preso, se voleva tenersi sul mistero o sull'investigazione, ha sbagliato di grosso. I personaggi non attraggono e arrivi al punto da fare il tifo per i cattivi. Non la consiglio.




- Stranger Things. 
Il gioiello Netflix ci ha preso in tutto. Miniserie che ha dentro tutto quello di cui ha bisogno un amante di questo genere, dalle atmosfere retrò al mistero, personaggi perfetti e storia ben strutturata. Manca qualcosa, come alcune piccole spiegazioni, ma non toglie il fatto che sia una serie assolutamente da vedere.







- Outcast.
Presentata come una serie che avrebbe fatto spaventare e dormire con la luce accesa anche i più accaniti degli amanti dell'horror, per me ha fallito su tutta la linea. Ci ho provato ad andare oltre il secondo episodio, ma non è riuscita a farmi tenere gli occhi aperti neanche in pieno pomeriggio. Lenta e decisamente stereotipata. Mi dispiace, ma non la consiglio affatto




- Van Helsing. 
Primo episodio decisamente brutto. Sarà che i vampiri ormai hanno fatto la loro storia, sarà che presentare i soliti succhia sangue che sembrano solo zombie che corrono, non fa più effetto. senza contare la bella addormentata senza ricordi e dall'oscuro passato. Troppi clichè e niente di buono. Non lo consiglio.


- The Last Ship.
La nuova serie secondo me non dovevano proprio farla. Non ha mai brillato di originalità, ma a me era piaciuto lo spirito patriottico di questi marines e la loro voglia di salvare il mondo dalla rovina, così come erano state affrontate molte realtà che si presenterebbero sicuramente in un momento di crisi come quello. Gli episodi non mi avevano mai annoiato e l'ho vista con piacere, solo che se basi una serie su un virus e su una cura da trovare, quando ormai l'hai trovata direi che puoi chiudere i battenti. Quindi se qualcuno non l'ha vista, consiglio di non andare oltre la seconda serie.

Serie anime - Cosa vedere e cosa buttare direttamente nel cestino:


- 91 Days.
Mi aveva subito ispirato dal trailer, non sono un'amante delle storie sulla mafia e anche questa non parte con una base innovativa, ma non mi dispiace come si sta evolvendo la storia. A meno che non si rovini sul finale, l'atmosfera è bella e suggestiva, i personaggi sono ben strutturati e quindi la consiglio.


- Kyoukai no Kanata 
Ne avevo sentito parlare molto bene e in mancanza d'altro l'ho visionata. Mi è piaciuta, siamo sempre sul genere demoni e superpoteri, nulla di innovativo, ma si guarda con piacere. Non è perfetta, ma gli episodi scorrono e non annoiano. Certo avrebbero potuto spiegare un pò meglio la situazione e non ripetere di continuo sempre e solo le stesse cose, ma in mancanza si può recuperare come serie.

- Hatsukoi Monster 
Ma che diavolo sto guardando? Dai per favore una liceale che si innamora di uno delle elementari, che parla solo di pisello e che ha il fisico di un universitario. Ovvio è una serie demenziale che dovrebbe far ridere, ma è solo ridicola e poi davvero vogliamo continuare con la storia della piccola protagnista che viene da fuori e che si innamora del primo che vede? Ma dai un pò di cervello dovremmo averlo tutti e poi in questa serie sono tutti da galera... proprio tutti. Non rovinatevi gli occhi con questa cosa per favore.

- Hundred 
 Siamo sempre nel genere harem, tutte amano l'unico maschio della scuola. una di quelle serie che se ne vedi una le vedi tutte, visto Infinite stratos il resto è tutto una copia, poi magari IS è una copia di qualcos'altro, non so. Eppure lo guardi, passi quei 12 episodi senza infamia e senza lode e ti fai due risate. Se vi piace il genere è da seguire, baci e palpatine senza essere troppo esagerato.

- Masou Gakuen HxH 
Lo metto sopo Hundred perchè è la stessa identica serie, armature umane, prescelti con l'armatura che combattono mostri, ma qua si va un livello assurdo. Per ricaricare l'energia delle armature si devono fare delle cose  "sconce". Ora mi sta bene il genere hecchi, non mi da neanche troppo fastidio, ormai è abitudine, ma a sto punto se devi arrivare a questo prodotto, fai direttamente un hentai, almeno le scene nella Love Room (perchè bisogna anche creare l'atmosfera adatta durante una battaglia) hanno senso. Non la iniziate, una serie ne carne ne pesce non ha senso.

- Hybrid Child
 Si era capito dai post precedenti che avevo recuperato questi OAV e soprattutto che mi erano piaciuti. Non è proprio così, dei quattro OAV mi sono piaciuti solo gli ultimi due su Kuroda e Kirishima, perchè ho pianto come una bambina e ho sperato davvero che le cose andassero bene. Mi è piaciuta l'ambientazione e il modo in cui è stata trattata la loro storia d'amore. Il genere può piacere e no, non lo metto in dubbio, ma una bella storia dovrebbe essere apprezzata per quello che è a prescindere dai pregiudizi.

- Nobunaga the Fool 
 Ebbene si, mi piacciono i robottoni anche se sono fuoriposto come in questa serie. Con una storia niente male come base, si poteva sviluppare al meglio anche senza l'elemento tecnologico e mi sono piaciuti anche i personaggi storici messi li a casaccio. Nobunaga non è il solito eroe, anzi non lo è proprio e i suoi compagni hanno tutti un loro spessore e una loro storia. Ammetto, ho amato Caesar da primo momento che l'ho visto, ma il mio giudizio positivo lo devo anche ad altri piccoli fattori, quindi la consiglio.

- Prison School 
Chi non ha sentito parlare di questa serie? Non l'avevo mai vista perchè sono stufa di vedere tette e sederi sparati li a caso senza senso e Prison non fa eccezione, anzi è proprio un must di questo genere. L'ho vista insieme al mio fidanzato e ci siamo sbellicati dalle risate, quindi prendetela alla leggera e divertitevi.


- ReLife
Commedia scolastica con qualcosa in più delle altre. Il ritorno al liceo per me sarebbe un incubo, ma in Giappone amano la scuola e quegli anni e posso capirne il motivo. Mi sono piaciuti tutti i personaggi e anche se avevo capito subito chi fosse questo misterioso soggetto 1, non mi sono ritrovata delusa. Da vedere e se ci dovesse essere una seconda serie (anche se ne dubito) la guarderò con piacere.

- Amaama to Inazuma 
Chiudo con questa serie per lasciarvi con un pò di dolcezza. Come si fa a non amare gli occhioni di Tsumugi e non fare il tifo per il povero professore che è talmente anonimo e sfigato che neanche le sue alunne lo ricordano. In Giappone si fa davvero molta attenzione al cibo, ogni pasto è sempre ben bilanciato, quindi capisco la fatica di questo povero padre nel dover preparare il pranzo alla piccolina, poi però scopro che il suo migliore amico è un cuoco e quindi mi chiedo: ma allora perchè non lo chiedi a lui di insegnarti a cucinare invece che passare il tempo con una tua studentessa? Risvolto amoroso? Non so, mi piacerebbe e non mi piacerebbe vedere una simile conclusione alla storia, ma la seguo con piacere perchè è rilassante e gioiosa come serie e ogni episodio ti lascia  un pizzico di dolcezza nel cuore che non guasta, ma una cosa la devo dire? Taglia i capelli a Tsumughi ti prego! Se all'asilo li ha gia così lunghi alle superiori farà concorrenza a Raperonzolo.

Per ora chiudo qui, queste sono le mie impressioni su alcune serie
che ho visto in queste settimane.
Ovviamente ce ne sono molte altre che consiglio di guardare, ma ho dovuto stringere la lista alle ultime visionate.

Alla prossima.


Commenti

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Random Posts

Post popolari in questo blog

Nuova stagione anime in arrivo! Ecco le novità della primavera 2014

FanFiction su Fairy Tail - Tears of Blood Capitolo 17