Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2017

Originale - Obscure - Il gioco maledetto Capitolo 13

Immagine
13. Il suo nome
- Sai chi sei ora?-
Chi ero? Come poteva lui farmi una domanda del genere? Proprio lui le cui identità erano così tante e così diverse, da far sembrare la mia vita insulsa e inutile. Ovviamente ero Cristiano, ricordavo la mia infanzia, i miei genitori, gli sforzi di mio padre per tirare avanti, le mie fughe al conservatorio per imparare a suonare. Sapevo di aver lasciato casa mia per un lavoro poco retribuito, ma così facendo non avrei gravato ulteriormente su mio padre, sapevo di essermi innamorato della mia collega, di essermi venduto ad Aiden pur di salvarle la vita, ma percepivo come se quella non fosse che una parte di qualcosa che stavo iniziando dolorosamente a ricordare.
Alzai lo sguardo verso Aiden, la testa mi pulsava e feci persino fatica a metterlo a fuoco. Avevo sempre creduto che le mie visioni fossero un modo per conoscere e studiare meglio Aiden, ma era tutto il contrario, era me stesso che dovevo conoscere, che dovevo ricordare.
Mi alzai in piedi a fatica,…

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Random Posts